JJ Cale è morto

Ho scoperto JJ Cale solo recentemente e quasi per caso e di questo un po’ me ne vergogno. Di lui ho apprezzato il suo modo sobrio ed elegante di suonare la chitarra. Mi sono innamorato della sua musica fatta di rock, country e blues mescolati assieme e conditi con un pizzico di malinconia. Mi piacciono i testi delle sue canzoni che parlano di storie di “confine”, incontri brevi, racconti “ombrosi”. Di lui mi sono fatto una idea guardando i suoi video “live”: sembrava rude, provinciale e “fuori dal tempo”, ma non lo era affatto, JJ Cale era un artista fine, un musicista creativo, un personaggio vero, senza compromessi e soprattutto un solitario; da molto tempo viveva nel suo ranch nel deserto della California con i suoi cani.

Mi sembra di vederlo con la chitarra a tracolla, barba e capelli brizzolati, occhi azzurri che guardano l’immensa solitudine dell’orizzonte.

Purtroppo il 26 luglio 2013 ci ha lasciati, aveva 74 anni.

Le sue canzoni rimarranno per sempre segnando la strada da percorrere ad una intera generazione di musicisti.
Negli anni ’70 Eric Clapton interpreta After Midnight, una delle prime canzoni composte da JJ Cale e fu un successo, come quello, ancora maggiore, di qualche anno dopo con Cocaine.

Se vuoi esser fuori devi procurartela;
se vuoi essere a terra, a terra sul pavimento;
lei non mente, lei non mente, lei non mente;
se hai ricevuto brutte notizie, e vuoi cacciarle via;
quando il giorno é finito e vuoi correre;
lei non mente, lei non mente, lei non mente,
se il tuo coso é andato e vuoi continuare a cavalcare;
non dimenticare questo fatto, non puoi riaverla indietro,
lei non mente, lei non mente, lei non mente.

Non è stato solo Eric Clapton a godere della creatività di JJ cale, ma una infinità di altri artisti tra cui:
Santana, Johnny Cash, Deep Purple, Dire Straits.

Godiamoci questi due video

 

 

This entry was posted in Musica, Società. Bookmark the permalink.

One Response to JJ Cale è morto

  1. Enri1968 says:

    Ho visto che hai ripreso a scrivere … bene mi fa piacere, dopo leggerò gli appunti di filosofia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.