Un Casinò a Verona

Dopo l’autodromo, un bel Casinò a Verona era quello che ci mancava!
Il sindaco di Verona promette un Casinò alla città, Castel San Pietro sarebbe una sede di prestigio, una succursale del Casinò di Venezia.
Si potrà così raccogliere i sogni dei veronesi, prima che vaghino in altre città per provare l’emozione del gioco d’azzardo.
“Maria che belo” a qualcuno viene da dire.
Per avere una vita dignitosa, il denaro è necessario, un mezzo, ma non un fine.
Nel denaro che arriva nei Casinò, c’è di tutto: misere paghe di lavoratori, pensioni, tasse non pagate e parcelle vergognose, mescolato a soldi provenienti da prostituzione, spaccio di droga, estorsione, rifiuti non riciclati e da altri affari illeciti ancora.
L’utilizzo etico e solidale del denaro pubblico dovrebbe essere il primo obiettivo, un dovere della società.
Nella nostra “società dei consumi”, il valore del lavoro e del benessere costruito onestamente giorno dopo giorno, è perduto e forse per sempre.

“Giriamo per le strade assorbendo il veleno della pubblicità che semina sogni, illusioni e ansie di un consumo impossibile.
Che razza di spazzatura, è ripugnante il comportamento di molti leader di fronte al crollo, come castelli di carta, del loro modello economico…”
[Fidel Castro]

Queste sono parole di un dittatore, quanto è triste dargli ragione…

This entry was posted in Società, Stili di vita. Bookmark the permalink.

One Response to Un Casinò a Verona

  1. mirco says:

    Nel frattempo qualcuno ha già pensato di meglio … dai una occhiata qui https://m.larena.it/2.278/castelvecchio-sar%C3%A0-trasformato-in-casin%C3%B2-1.1163?pag=4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.